domenica 30 dicembre 2012

Che Peccato!!!


Che Peccato...Divino non aver consciuto prima il “DivinPeccato”!.
Un ristorante alle porte di Trastevere, sul Lungotevere.
La cordialità è di casa e il mangiare è ottimo, originale l'omelette con verdurine di stagione e stracciatella di bufala.
DivinPeccato sala superiore
Noi, mio marito ed io, siamo stati per un brunch regalato, tornerò sicuamente per assaporare l'ottimo cacio & pepe, i piatti di terra e di pesce fresco, che si possono gustare, punto di forza anche la carta dei vini e dei dessert.... come il dolce cappuccino, con tanto di consiglio sul vino da abbinarci.
Insomma se dovete peccare, recatevi a pranzo o cena al DivinPeccato.

mercoledì 19 dicembre 2012

Una pioggia di stelle!

Ho trovato questa ricetta di biscotti su internet, mi è piaciuta molto e così ho provato a farla anch'io!
Spero che piaccia anche alla mia amica Elena ma soprattutto piaccia al Babbo Natale che farà visita nella sua casa!

Ingredienti:

250 g. di farina; 100 g. di zucchero; 125 g. di burro; un uovo; 60 g. di zucchero di canna; un cucchiaino di cannella; un cucchiaino di cacao amaro; ½ cucchiaino di lievito per dolci;

Stelle alla cannella
Formate una fontana con la farina con lo zucchero bianco e di canna, il lievito setacciato, la cannella, il burro ammorbidito precedentemente, il cacao, mettendo al centro uno uovo che con l'aiuto di una forchetta e poi con le vostre mani andrete ad impastare mescolando tutti gli ingredienti.
Formata una palla omogenea e liscia, copritela con della pellicola e riponetela per 15 minuti in freezer.

Passato il tempo necessario, infarinate la base dove andrete a stendere la vostra pasta per i biscotti, spianatela non oltre i 3 mm.
Prendete gli stampi a forma di stella e formate tanti biscotti, ripetete il procedimento fin quando non avrete terminato l'impasto. Adagiate i biscotti su una placca rivestita di carta da forno.
Metteteli in forno preriscaldato a 180°, per non oltre 10 minuti.
Fate raffreddare i biscotti per poi ricoprirli o con lo zucchero a velo o con una glassa, disegnando ciò che preferite, adoperando o un sac à poche con il beccuccio stretto o la penna decoratrice o un sacchetto gelo a cui romperete un piccolissimo spicchio laterale, formando un sac à poche casalingo!

Io per questione di tempo li ho spolverizzati di zucchero a velo ma ecco a voi gli ingredienti per una glassa:

80 g. di zucchero a velo e due cucchiai d acqua che scalderete in un pentolino, formando una cremina.

martedì 4 dicembre 2012

Frutti di Bosco

Questa ricetta, la prima volta l'ho sentita dalla signora Parodi ai tempi di “cotto e mangiato”, che casualmente stavo guardando...molto interessante ma non ero riuscita ad appuntarmela. Cerca che ti cerca, tramite youtube sono riuscita a ripescarla, ma una volta provata non riusciva mai ad essere buona come diceva la signora Parodi!!
Torta ai frutti di bosco
Prova che ti riprova, finalmente quest'estate ho avuto l'illuminazione e la fortuna di trovare l'ingrediente mancante e la dose giusta: il latte!! Signora Parodi...ahiaiai!!!

ingredienti per 8 persone:
4 uova da pesare con il guscio; mettere la stessa quantità delle uova anche per:
la farina; lo zucchero; poco meno di burro; un bicchiere di plastica di latte; zucchero a velo q.b; una bustina di lievito vanigliato per dolci; 2 vaschette di frutti di bosco a vostra scelta(mirtilli, fragoline, lamponi) altrimenti prendeteli surgelati e fati scongelare.
Pesate le uova con il guscio, dopodiché apritele e mettetele in una ciotola, sbattendole leggermente, aggiungete con lo stesso peso delle uova, la farina, una bustina di lievito, lo zucchero ed il burro, mescolando il tutto, aggiungete il latte e date un'ultima mescolata all'impasto. Imburrate ed infarinate leggermente una teglia da forno, preferibilmente rettangolare ed alta almeno 4 dita, in questo modo potrete tagliare a quadretti la vostra torta.
Versate all'interno della teglia l'impasto e mettete sopra facendoli scendere all''in
terno della torta in preparazione, i frutti di bosco, distanziandoli leggermente tra uno e l'altro. Mettete in forno preriscaldato per 40 minuti circa, dipende sempre dal vostro forno, a 200° , prima di tirare fuori dal forno la vostra torta, accertatevi che sia cotta con la prova stecchino, se tirato fuori dalla torta è asciutto, vuol dire che la torta è cotta.
Una volta freddata prima di portarla in tavola, spolverizzatela, aiutandovi con il setaccio, di zucchero a velo. Questa torta è ottima, sia per le merende dei più piccoli, sia per la colazione.

giovedì 22 novembre 2012

il verde ed il viola...

Che ne dite di un risottino con rucola e radicchio??
se avete tempo per il brodo adoperate quello fatto in casa, basta una zucchina, una patata, una cipolla o del porro, sedano e carota. Altrimenti come in questa ricetta adoperate quello già pronto...ve lo concedo!! :-) 

ingredienti per 3- 4 persone:
250 g. di riso per risotti; brodo vegetale fatto con 5/6 misurini di dado vegetale granulare .; un porro; ½ cipolla; 15 g. di burro; un cespo di radicchio; 40 g. di rucola;; 2 bicchieri di vino bianco (facoltativo); menta fresca o essiccata.

Risotto con rucola & radicchio
Mettete in una pentola del burro e fatelo sciogliere il burro con la cipolla ed il porro. Aggiungete il riso e fatelo tostare leggermente. Avrete intanto creato del brodo in una pentola media con acqua e 5-6 misurini di brodo vegetale granulare.
Quando il riso inizierà a tostarsi iniziate ad aggiungere un mestolo alla volta di brodo vegetale, mescolate lentamente ed ogni volta che il brodo sarà assorbito dal riso, aggiungete un altro mestolo di brodo.
Lavate e tagliate il radicchio in strisce sottili ed insieme alla rucola aggiungetele nel risotto, mescolando il tutto.
Se volete non aggiungere sempre e solo il brodo, potete sostituirlo con un due bicchieri di vino bianco. Insaporite se è di vostro gradimento, con della menta, fresca od essiccata. Terminate la cottura. Mantecate a fuoco spento con una noce di burro e servite.
 

mercoledì 7 novembre 2012

Mr. President


In onore delle nuove elezioni negli Usa...
Le mie congratulazioni ad Obama!

American cookies:
Ingredienti:
110 g. di burro; 110 g. zucchero; 2 uova; 180 g. di farina; un cucchiaino di bicarbonato di sodio; 100 g; di gocce di cioccolato.

Biscotti con gocce di cioccolato
Setacciate la farina, montate il burro con lo zucchero, aggiungendo le uova precedentemente sbattute, mescolate all'impasto formato con il burro, la farina ed il bicarbonato, aggiungendo per finire le gocce di cioccolato, se non doveste averle potete tritare con un coltello 100 g. di tavoletta di cioccolato.
Foderate una placca da forno, con l'apposita carta da forno e distribuiteci due cucchiaini dell'impasto distanziandoli di almeno due, tre cm.
Cuoceteli in forno a 180° per 20 minuti.

venerdì 26 ottobre 2012

Le prezzemolate

Una variante delle solite cotolette, che piace anche ai più piccoli.
Qui vi scrivo due modi per cuocerle.

Ingredienti per 3-4 persone:
300 g. di fettine di vitello; pangrattato q.b.; 2 uova; prezzemolo fresco tritato q.b.; una presa di sale; olio di girasole q.b.; un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Oppure olio evo q.b.


Sbattete le uova aggiungendo il sale, in un altro piatto mettete il pangrattato, il prezzemolo tritato, il parmigiano e mescolate leggermente.
Immergete le fettine di carne prima nell'uovo poi passatele nel pangrattato.
Scaldate l'olio e mettete a friggere poco alla volta le fette di carne impanate, per ogni lato.
Una volta cotte scolatele sulla carta di cucina adagiata su di un piatto.
Altrimenti cuocetele come ho fatto io: scaldate il forno a 180°/190° in una pirofila unta d'olio, mettete le fette di carne impanate e irroratele con un filo d'olio, mettetele in forno e cuocetele per 20/25 minuti girando le fette di carne di tanto in tanto. In questo modo le cotolette avranno una cottura più leggera.

Cotolette prezzemolate

martedì 16 ottobre 2012

I due prosciutti....

Mi erano rimaste delle fette di prosciutto cotto e crudo così mi son detta, facciamoci un buon piatto di pasta, che possa piacere anche al piccoletto!

Ingredienti per 3 persone:

Rigatoni ai due prosciutti
4 fette di prosciutto cotto; 4 fette di prosciutto crudo; 250 g. di pasta; ½ cipolla; 3 cucchiai di olio evo; un uovo; un bicchiere di latte; una presa di sale; 2 cucchiai di philadelphia; una spolverata di grana grattugiato; pepe nero q.b. (facoltativo).

Tritate nel tritatutto le fette di prosciutto, tagliate finemente la cipolla e mettetela a rosolare in una padella antiaderente con l'olio. Quando vedrete che la cipolla inizia ad imbiondirsi, aggiungete i prosciutti e mescolate leggermente.
Nel frattempo oltre a mettere l'acqua per la pasta, salata, a bollire, sbattete l'uovo insieme al sale, la philadelphia ed il latte.
Spegnete sotto il fuoco della padella antiaderente ed aggiungete l'uovo e mescolate per qualche secondo, scolata la pasta, mantecatela in padella, sempre a fuoco spento, spolverizzando con del grana.
Chi vuole può macinare sopra la pasta del pepe nero.

sabato 6 ottobre 2012

Un dolcissimo dolce

A volte sono colta da raptus culinari e questa ricetta ne è l'ennesima prova!

Ingredienti per la pasta frolla (da utilizzare in più volte):

500 g. di farina; 250 g. di burro; 5 tuorli; 1 bustina di vanillina; 100 g. di zucchero a velo; 100 g. di zucchero bianco; acqua q.b. (se occorre); legumi secchi q.b.

Ingredienti per la meringa:

5 albumi; 200 g. di zucchero; un limone; un arancio rosso di Sicilia.

In una ciotola mettete la farina insieme al burro freddo di frigorifero e lavorate con le mani i due ingredienti, ottenendo un composto sabbioso.
Aggiungete all'impasto i tuorli, gli zuccheri, la vanillina e lavorate il tutto formando un impasto liscio ed omogeneo, se notate che tende a sgretolarsi, aggiungete poca acqua tiepida, una volta ottenuta una palla liscia, copritela con della pellicola da cucina e tenetela in freezer per 30 minuti circa.
Crostata con meringa aromatizzata agli agrumi
Passato il tempo necessario, infarinate la spianatoia, prendete la frolla dal freezer e stendetela con il mattarello sulla vostra spianatoia, non facendola diventare troppo sottile, adagiate su di una tortiera, coperta da carta da forno inumidita e strizzata, la vostra frolla che bucherete qua e là con i rembi di una forchetta, eliminate dai bordi la frolla in eccesso, aiutandovi con un coltello, che potrete riporre in freezer ed utilizzare successivamente per altri dolci. Coprite la pasta frolla con altra carta da forno e disponeteci sopra dei legumi secchi, infornate la frolla a 180° a forno preriscaldato per 25 minuti circa.

Nel frattempo lavorate gli albumi insieme allo zucchero con le fruste elettriche, montandoli a neve aggiungendo piano piano il limone e l'arancio ed aumentando gradualmente la velocità delle fruste.
Tirate fuori dal forno la frolla, privandola dei legumi secchi e della carta da forno in superficie, fatela intiepidire e versateci la meringa formando dei riccioli all'insù aiutandovi con un coltello o un cucchiaio.
Mettete in forno per altri 15 minuti circa, a 180° fin quando non i riccioli di meringa non risulteranno dorati.
Gustatela fredda.

venerdì 5 ottobre 2012

Abbiamo fatto la frittata!!!

Ritrovandomi con tanti cavolfiori lessati dalla mia mamma e gentilmente regalatemi, non sapevo cosa farne, avendo i poveri cavolfiori, quel sapore poco invitante, per rivitalizzarne il gusto ne ho fatto una frittata.

Ingredienti per 4 persone:
un cavolfiore medio; ½ bicchiere di latte; 3 uova; una presa di sale; 3 cucchiai di olio evo; uno spicchio d'aglio; una presa di parmigiano grattugiato; pepe q.b.

Frittata con il cavolfiore
Ripassate il cavolfiore precedentemente lessato, in una padella antiaderente dove avrete aggiunto l'aglio schiacciato e l'olio.
Scaldato l'olio e sentito l'odore dell'aglio, eliminatelo ed aggiungete il cavolfiore freddato e scolato, ripassatelo leggermente ed aggiustate se credete, di sale e pepe.

Sbattete le uova, aggiungendo il latte, una presa di sale e del parmigiano, aggiungete il composto nella padella antiaderente dove avete scaldato il cavolfiore, fate formarela frittata da entrambi i lati e servite.
E' buona anche tiepida.

mercoledì 26 settembre 2012

E se lo impanassimo???

E' molto più semplice cucinare e mangiare il pollo impanato, il pesce impanato invece, di solito ricorda i famosi sofficini.
Avevo i filetti di salmone scongelati così ho impanato loro... ed è stata un'ottima scoperta!

salmone impanato
Ingredienti per 3 – 4 persone:
3 filetti di salmone congelato; 2 uova; spezie per le grigliate q.b.; olio di semi q.b.; sale e pepe q.b.; pangrattato q.b.

Scongelate i filetti di salmone.
Sbattete le uova e insaporitele con una presa di sale, in un altro piatto mettete il pangrattato mescolato con un altro pizzico di sale e le spezie.
I filetti di salmone, divideteli in tanti bocconcini e passateli prima nell'uovo poi nel pangrattato.
Nel frattempo scaldate l'olio in una padella antiaderente, quando l'olio sarà bollente, basta capirlo immergendo uno stecchino e se intorno si formano tante piccole bollicine vuol dire che l'olio è caldo abbastanza, friggete da ogni lato i bocconcini di salmone, non più di 5 minuti.
Fateli raffreddare su di un panno carta, in modo tale che l'olio in eccesso sarà eliminato, accompagnate, se volete, il pesce con delle patate fritte e della maionese.

mercoledì 19 settembre 2012

Ideale per questi ultimi giorni d'estate


C'è poco da fare, un alimento che mi piace moltissimo e trovo sempre molto pratico da preparare è il cous cous, che accompagnato a tante verdure di stagione è veramente ottimo, sempre a parer mio!

Ingredienti per 3 – 4 persone:

2 bicchieri di cous cous; un cetriolo; 2 carote; due pomodori; ½ cipolla; due spicchio d'aglio; 3 patate; olio evo q.b.; una noce di burro; una presa di sale; una melanzana; 3 zucchine


Pelate, lavate e tagliate a pezzetti il cetriolo, fate lo stesso con le carote e tagliate a dadini i pomodori.
Lessate in acqua salata le patate sbucciate e tagliate a pezzettoni.
Tritate grossolanamente la cipolla.
Tagliate a listarelle le melanzane e cuocetele con l'aglio nell'olio bollente, tagliate a rondelle le zucchine e cuocetele anch'esse con olio e aglio in padella, insaporendole con del sale.
cous cous di verdure
Lessate due dita d'acqua salata in una pentola, una volta che avrà raggiunto il bollore versate il cous cous precotto.
Mentre il cous cous assorbe l'acqua voi aiutandovi con i rembi della forchetta sgranate i vari chicchi di cous cous.

Assorbita l'acqua, spegnete sotto il fuoco e coprite il cous cous per 5 minuti, per farlo riposare.
Nel frattempo scolate le patate e fatele raffreddare, spegnete sotto il fuoco delle zucchine e melanzane e mettete tutte le verdure all'interno di una zuppiera per poi mescolarle.

Riaccendete la fiamma dolce, sotto il cous cous ed aggiungete un cucchiaio d'olio ed una noce di burro e nel frattempo mescolate e sgranate ancora una volta, con i rembi di una forchetta, il cous cous.

Versate il cous cous nella zuppiera e mescolate ancora, aggiungendo poco olio e del sale.

Ottimo anche a temperatura ambiente e freddo.

martedì 11 settembre 2012

Riutilizzo!

Se avete un figlio come il mio, che quando vede qualcosa al supermercato la vuole a tutti costi per poi mangiarla una sola volta, allora potrete capire il mio nuovo post!

La vittima in questione è la schiacciatina, mangiato uno massimo due pacchetti alla fine della fiera restano gli altri sconsolati, ad aspettare che il piccoletto si decida a mangiarle, invano!

Alla fine decide di subentrare la mamma con qualche idea originale, riutilizzando le povere e dimenticate ma ancora buone, schiacciatine!


Prima idea semplice e veloce:
la bruschetta schiacciatina

La schiacciatina si trasforma in bruschetta:
Ingredienti per 3 persone:

3 schiacciatine; 3 pomodori; qualche foglia di basilico fresco; olio evo q.b.; una presa di sale.

Sciacquate i pomodori e tagliateli a pezzettini, metteteli in una ciotola e conditeli con olio e sale, lavate il basilico e spezzettatelo grossolanamente sui pomodori, mescolate il tutto.
Adagiate su di un piatto di portata le schiacciatine ed insaporitele con qualche cucchiaiata di pomodori conditi.

Seconda idea con il pesce:

tritate 2 – 3 schiacciatine con il tritatutto insieme a due cucchiai di olio evo e uno spicchio d'aglio, creando così una sorta di pangrattato “casareccio”

spiedini di pesce con pangrattato casareccio
Spiedini di pesce cotti al forno:

Ingredienti per 3 persone:
5 spiedini di pesce (con calamari, moscardini e gamberi); succo di ½ limone; pepe q.b.; una presa di sale; prezzemolo fresco q.b.; 3 cucchiai d'olio evo.

Scongelate gli spiedini, se li comprate congelati, versate in una pirofila da forno l'olio.
Passate gli spiedini nel vostro pangrattato casareccio, adagiate gli spiedini all'interno della pirofila ricoprendoli con altro pangrattato che vi sarà avanzato, irrorateli con il succo di limone, salate leggermente e pepate quanto basta, lavate il prezzemolo e sminuzzatelo, mettendolo sopra gli spiedini. Infornate il tutto per circa 20 minuti, con il forno preriscaldato a 200°, direzionando il calore di tanto in tanto.

lunedì 3 settembre 2012

I love Sudtirol!

Ho aspettato tanto per scrivere delle mie vacanze, finite già da qualche giorno ma non trovavo le parole giuste per descrivere i giorni trascorsi in Sudtirol.
Sudtirol
In un primo momento volevo descrivere soltanto i locali dove avevamo mangiato poi mi son detta ma questa regione è tutta bella!!
Le persone del posto sono cordiali e ogni luogo è a portata di bimbo, la maggior parte dei ristoranti è attrezzata di parco giochi e in tutti locali ci sono giochi per far divertire durante i pasti i piccoli e far rilassare i grandi!
Sembra di vivere in un altro paese, tutto pulito, tutto in ordine.
E' bello respirare l'aria del Sudtirol!

lunedì 23 luglio 2012

In riva al lago


Se vi capita di fare una gita sul lago di Bracciano, se vi capita di passare per Anguillara Sabazia, vi consiglio questo ristorante: “LaMarmotta”.
Ideale anche per una cena romantica in riva al lago, con il sole che va a “dormire” dietro le montagne.

Ristorante semplice ma con un'ottima cucina, molto pesce ovviamente anche di lago, tutto cotto molto bene, anche le pizze, tutto presentato con cura, dai prezzi contenuti e camerieri gentilissimi.
Anguillara Sabazia

domenica 8 luglio 2012

Ripieni!


Non so perchè ma in estate il pesce ed i crostacei si mangiano con più voglia, ad esempio i calamari ripieni, secondo me, sono anche molto più gustosi...certo essendo molto sostanzioso può essere considerato unico piatto di una cena su un terrazzo con gli amici, o una cena romantica, sempre in terrazza a lume di candela, con un buon vino bianco freddo...

Ingredienti per 4 persone:

7 cucchiai d'olio evo; 4 spicchi d'aglio; ½ cucchiaino di pasta d'acciughe; un bicchiere di vino bianco; 2 fette di pancarrè; acqua tiepida q.b.; prezzemolo fresco q.b.; 2 uova; una presa di sale; pepe q.b.; parmigiano q.b.; 4 – 6 calamari;

CALAMARI RIPIENI
Tritate con il tritatatutto due spicchi d'aglio, mettete a rosolare tre cucchiai d'olio in una padella antiaderente con l'aglio tritato e della pasta d'acciughe. Nel frattempo spezzettate le fette di pancarrè e mettetele ammollo con dell'acqua tiepida.
Private i calamari, decongelati, dei tentacoli, che dovrete sminuzzare con il coltello ed aggiungere in padella antiaderente. Sfumate il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco.
Strizzate la mollica di pane ed aggiungetela in padella, insaporite con il prezzemolo fresco tritato.
Spegnete sotto il fuoco e mettete il vostro sugo in una ciotola, fate raffredare un poco per poi aggiungere le uova ed il parmigiano grattugiato, il sale ed il pepe e mescolate il tutto.
Prendete i calamari e con un cucchiaino riempiteli dell'impasto che avete formato, senza riempirli fino alla fine, chiudete con uno stecchino e scaldate in una padella antiaderente 4 cucchiai d'olio con due spicchi d'aglio.
Una volta che l'olio sarà abbastanza caldo, aggiuingete i calamari in padella, girandoli di tanto in tanto con molta delicatezza, sfumate a metà cottura, con mezzo bicchiere di vino bianco e coprite la padella con un coperchio. Cuocete a fuoco medio non più di 10 – 15 minuti, al termine della cottura spolverizzate con altro prezzemolo fresco tritato.

Potrebbe fuoriuscire del ripieno dai vostri calamari, non preoccupatevi potrete adoperarlo come intingolo.

lunedì 2 luglio 2012

Tapas di pollo:


E' vero oggi forse non è proprio il caso di scrivere una ricetta del genere dopo la partita di ieri....
in questo modo invece ne approfitto per fare i complimenti alle furie rosse e complimentarmi con la squadra azzurra che ha raggiunto un ottimo traguardo!

Ingredienti per 4 persone:
500 g. di petto di pollo; 3 spicchi d'aglio; olio evo q.b.; succo di ½ limone; scorza di un limone; prezzemolo fresco q.b.; una presa di sale.

Tagliate a pezzi irregolari il petto di pollo, scaldate in una padella antiaderente l'olio con gli spicchi d'aglio schiacciati.
Quando l'olio sarà abbastanza caldo, aggiungete in padella il petto di pollo e fatelo cuocere a fiamma moderata, mescolate di tanto in tanto aggiungendo a metà cottura la scorza di limone.
Quando la cottura sarà quasi al termine, alzate la fiamma e aggiungete il succo di limone. Terminata la cottura del petto di pollo, salate la carne a fuoco spento e insaporite con del prezzemolo fresco tritato.
TAPAS DI POLLO

martedì 26 giugno 2012

Un “sacrificio” chiamato Parmigiana



Sapete già tutti che le melanzane non sono il mio piatto preferito, per amore però bisogna “sacrificarsi” almeno un po'.... così per far contento mio marito a volte le cucino in qualche modo.
Parmigiana di melanzane

Ingredienti per 4-5 persone:
600 g. di melanzane grigliate surgelate; uno spicchio d'aglio; 500 g. di passata di pomodoro; 200 g. di mozzarella; dado vegetale granulare q.b.; un cucchiaino di concentrato di pomodoro; noce moscata q.b.; parmigiano grattugiato q.b.; olio evo q.b.

Rosolate l'aglio in una padella antiaderente con dell'olio evo, intanto le melanzane che saranno state scongelate, asciugatele su di un panno carta da cucina.
Quando l'olio in padella si sarà scaldato abbastanza, aggiungete la passata di pomodoro e procedete nella cottura, insaporendo la passata con la noce moscata, il concentrato di pomodoro ed il dado vegetale, mescolate di tanto in tanto fin quando il sugo non sarà pronto.

Prendete una pirofila da infornare e “sporcatela” con un po' di sugo, adagiateci uno strato di melanzane, dopodichè coprite la verdura con della passata di pomodoro e della mozzarella tagliata a dadini fatti scolare in precedenza. Continuate a formare uno strato sopra l'altro fino all'ultimo che cospargerete oltre che con il sugo e la mozzarella, con una spolverata di parmigiano grattugiato.
Mettete in forno già caldo a 200° per circa 15 – 20 minuti, fin quando in superficie non si sarà formata una deliziosa crosticina, gli ultimi secondi di cottura, passate il forno alla funzione grill.

giovedì 21 giugno 2012

Buon Compleanno...a me !!!


Auguri a me, che compio 32 anni, festeggiandomi con una crostata.
Vi verrà molta pasta frolla, io ne faccio sempre molta che poi congelo, per adoperarla in altre occasioni.


Ingredienti per la pasta frolla:
500 g. di farina; 250 g. di burro; 5 tuorli; 1 bustina di vanillina; 100 g. di zucchero a velo; 100 g. di zucchero bianco; acqua se occorre q.b.

In una ciotola mettete la farina, con il burro freddo tagliato a tocchetti, impastate i due ingredienti insieme ottenendo un impasto sabbioso.

Aggiungete i tuorli, i due tipi di zucchero e la vanillina, continuate ad impastare. Se l'impasto è troppo duro e poco lavorabile, aggiungete dell'acqua, poca alla volta.
Formate quando, avrete ottenuto un composto compatto e liscio, una palla che coprirete con la pellicola da cucina e mettetelo, 15 minuti circa in frezeer.


Su di una spiantoia infarinata leggermente, adagiate la frolla indurita, necessaria per la vostra crostata.
Spianatela con il mattarello e mettetela in una tortiera di 22 – 24 cm di diametro, foderata di carta da forno leggermente inumidita e strizzata.

Crostata di ciliegie
Bucherellate la frolla con i rembi della forchetta, e compritela con altra carta da forno inumidita e strizzata, adagiateci sopra dei legumi secchi ed infornate per 25 minuti a 180° direzionando di tanto in tanto il calore da varie parti.

Passati i 25 minuti, sfornatela e fatela raffreddare.

Ingredienti per il ripieno:
400 g. di marmellata (il gusto a vostro piacimento io ho scelto alle ciliegie); striscioline di pasta frolla q.b.

Una volta che la base della crostata si è freddata, versate la marmellata sulla base, stendete la frolla che vi è rimasta, e create tante striscioline che andrete a posizionare sulla crostata da parte a parte.
Infornate nuovamente per altri 15 minuti sempe a 180°.
Una volta che le striscioline si saranno dorate, tirate fuori la crostata dal forno e lasciatela raffreddare.
Ora potrete festeggiare con me, se vorrete!



martedì 12 giugno 2012

Mai provati con il risotto?


Per me il risotto è sempre una soluzione,ovviamente quando si hanno gli ingredienti ma non si sa cosa preparare.
In questo caso ho pensato di provare i finocchi con il risotto, invece della solita insalata oppure dei soliti finocchi al gratin.

Ingredienti per 3 - 4 persone:
3 finocchi; 4 cucchiai di olio evo; un porro; 4 misurini di dado vegetale granulare; 15 g. di burro; ½ cipolla; 250 g. di riso; una bustina di zafferano; una presa di sale; un bicchiere di latte; 2 cucchiai di parmigiano grattugiato.

Lavate e tagliate in tante striscioline i finocchi.
Lasciate da parte i ciuffetti verdi, per l'impiattamento finale.
In una pentola mettete abbondante acqua con il dado vegetale, mettete sul fuoco e fate scaldare almeno 10 minuti, creando così un brodo veloce, veloce.
Nel frattempo tagliate a listarelle il porro e fatelo rosolare in una padella antiaderente con l'olio evo, aggiungete dopo due minuti i finocchi e fateli rosolare.
Prendente una pentola e mettete a rosolare la cipolla con il burro ed il riso, dopo poco che quest'ultimo si sarà tostato, iniziate a bagnarlo con il brodo, un mestolo alla volta, girandolo delicatamente. Ogni volta che il brodo sarà stato assorbito dal riso, aggiungete un nuovo mestolo di brodo.
Risotto ai finocchi
Continuate a cuocere i finocchi fin quando non si sarà formata su di loro una crosticina, salateli e spegnete una volta che si saranno ben dorati.
A metà cottura del risotto, aggiungete lo zafferano e continuate a mescolare, aggiungete il latte e terminate la cottura del risotto.
Travasate all'interno di una zuppiera capiente, il risotto mescolandolo con il parmigiano grattugiato, versate al centro del risotto i finocchi saltati in padella e se volete guarnite il piatto con i ciuffetti verdi dei finocchi.

martedì 5 giugno 2012

Piccolo Chef!!


A volte le idee in cucina scarseggiano ma meno male che mio figlio mi dà qualche dritta!

I RIGATONI DI PABLO
Ingredienti per 2 persone:
70 g. di rigatoni; ½ scalogno; 125 g. di speck; un bicchierino di vino bianco; 2 cucchiai di panna da cucina; un cucchiaio di pecorino romano grattugiato; 2 cucchiai di olio evo; una tazzina di acqua di cottura.

Mentre lessate l'acqua per la pasta, preparate il sugo.
Tritate lo scalogno e mettetelo a rosolare con l'olio in una padella antiaderente.
Tritate con l'aiuto del tritatutto, lo speck, quando lo scalogno sarà imbiondito aggiungete anche lo speck.
Sfumate dopo qualche secondo con il vino bianco. Mettete da parte una tazzina con dell'acqua di cottura.
Una volta che il vino sarà evaporato spegnete sotto il fuoco della padella, scolate la pasta e ripassatela, a fuoco basso, nel suo sugo, aggiungendo poco alla volta l'acqua di cottura, se serve.
Aggiungete la panna e mescolate ancora qualche secondo, dopodichè impiattate spolverizzando con il pecorino.
                                             

lunedì 28 maggio 2012

Non per mia sorella....


Questa ricetta non è certo indicata per mia sorella Elena, la quale non apprezza il coniglio e le fa male mangiare i carciofi!

Spero che altre persone però, possano gradire questo delizioso connubio.

Ingredienti per 4 persone:

500 g. di coniglio in parti; 3 spicchi d'aglio; olio evo q.b.; 3 carciofi; un bicchiere e ½ di vino bianco; paprika dolce q.b.; salvia q.b.; ½ misurino di dado vegetale granulare; una presa di sale; menta liofilizzata q.b.

Mettete a rosolare due spicchi d'aglio in una padella antiaderente con l'olio.
Aggiungete il coniglio e a fuoco basso con il coperchio, fatelo cuocere delicatamente.
Coniglio con i carciofi
Nel frattempo pulite i carciofi (per la pulitura vedete la ricetta “Carciofon” n.b.), tagliandoli a striscioline sottili. Sciacquateli e scolateli dopodichè metteteli a cuocere anche loro in una padella antiaderente con dell'olio evo ed uno spicchio d'aglio.

Durante la cottura del coniglio sfumate con del vino bianco, senza versarlo tutto in un'unica volta.
Aggiungete dell'acqua,senza esagerare, ai carciofi, se noterete che l'olio è stato totalmente assorbito. esagerare

Aromatizzate il conisglio con la paprika, la salvia e la menta.
Insaporite i carciofi con il dado vegetale e la menta.

Una volta cotti il coniglio ed i carciofi, metteteli su di un piatto di portata e portate in tavola.

mercoledì 23 maggio 2012

Muffin alle carote con glassa di cioccolato


L'estate si avvicina, iniziamo a fare incetta di carote per una bella abbronzatura!
Per quanto mi riguarda con le carote, non so mai cosa cucinare, a parte il soffritto, o sgranocchiarle da sole.

Ingredienti per i muffin:
400 g. di carote; 2 bicchieri di latte; 250 g. di farina; 100 g. di mandorle spellate; una bustina di vanillina; un cucchiaino di lievito per dolci; 70 g. di zucchero a velo; 70 g. di burro.

Tritate grossolanamente le mandorle nel mixer.
Tagliate a tocchetti le carote e mettetele nel mixer, togliendo le mandorle, e tritate anch'esse.
Impastate il burro ammorbidito con la farina, le mandorle, le carote, il lievito setacciato, la vanillina e lo zucchero a velo. Aggiungete i bicchieri di latte impastate ancora qualche minuto e prendete lo stampo per muffin mettendo al loro interno i pirottini e versate l'impasto di carote.
Infornate il tutto a 200° per 20 minuti.
Muffin alla carota con glassa di cioccolato
Una volta cotti lasciateli raffreddare.
Dedicatevi nel frattempo alla glassa.

Ingredienti per la glassa (facolatativa):
una tavoletta di cioccolato al latte; 20 g. di philadelphia; 10 g. di burro; un bicchierino di latte.

Mettete in un pentolino, a fuoco dolce, il cioccolato spezzettato, il burro, la philadelphia ed il latte.
Mescolate lentamente senza far attaccare il cioccolato alle pareti del pentolino.
Una volta che si sarà formata la glassa, fate raffreddare qualche minuto dopodichè versate il tutto all'interno di un sac à poche, che potrete costruire da soli con un sacchetto gelo, tagliando un bordo con un foro non troppo ampio.
Versate delicatamente un po' di glassa su i vostri muffin e fate raffreddare ancora qualche minuto.
Se avanzano conservateli in frigorifero.

lunedì 21 maggio 2012

Essendo di stagione...


Oggi descriverò una ricetta che in questo periodo può esser preparata con ingredienti freschi, quali i pisellini, che possono essere trovati in questa stagione.
Quando ho cucinato questa pasta io ho adoperato i piselli surgelati, non solo perchè non era primavera bensì per un semplice fatto di praticità, a voi la scelta del tipo di pisellini da cucinare (!!).

Ingredienti per 3 persone:
250 g. di fusilli integrali; una bustina di zafferano; 15 g. di burro; un porro; 50 g. di piselli surgelati o freschi; 100 g. di salmone affumicato; 80 g. circa di panna da cucina; un cucchiaio di olio evo; ¼ di un misurino di dado vegetale granulare; limone spremuto q.b; una tazzina di acqua di cottura.

Lessate i piselli in acqua salata. Scolateli una volta lessi e fateli raffreddare.
fusilli integrali con piselli e salmone
Rosolate in una padella antiaderente, il burro con il porro lavato e tagliato a rondelle sottili.
Aggiungete i piselli raffreddati e l'olio evo.
Fate rosolare per qualche minuto dopodichè mettete in padella lo zafferano e il dado vegetale granulare.
Tagliate a listarelle il salmone affumicato e marinatelo con qualche goccia di limone, aggiungetelo in padella insieme alla panna, mescolate ancora qualche secondo e spegnete sotto il fuoco.
Lessate la pasta, tenendo da parte una tazzina da caffè, colma di acqua di cottura.
Cotta la pasta, scolatela e ripassatela in padella, a fuoco basso, aggiungendo poco alla volta l'acqua di cottura messa da parte e mescolando per qualche altro minuto.
Buon appetito!

mercoledì 16 maggio 2012

Facciamoci due toast!



Ogni volta che mangio i toast mi viene in mente Corrado Guzzanti e la sua parodia di una canzone dei Queen : “another one bites the dust”.

Ingredienti per 3 persone:
3 fette di pancarrè; 2 uova; ½ bicchiere di latte; una presa di sale; 75 g. di salmone affumicato.

Tostate le fette di pane un paio di minuti per parte, in una padella antiaderente.
Sbattete le uova con il sale ed il latte e trasferite il composto in un'altra padella antiaderente.
Immergetevi le fette di pane imbevendole nell'uovo, che tenderà a strapazzarsi.
Dopo cinque minuti, togliete le fette di pane dalla padella ed adagiatele su di un piatto di portata.
Su di ogni fetta, mettete del salmone affumicato, tagliato grossolanamente con il coltello.

toast strapazzati con salmone affumicato
                                                  

venerdì 11 maggio 2012

Impasta e si rilassa!


Adoro impastare, preparare la pasta frolla, preparare le basi per una pizza, focaccia!
Così ogni tanto colta da “raptus culinario” mi dedico all'impasto!!!!

Ingredienti per la base:
230 g. di farina ; una bustina di lievito di birra per torte salate; 60 g. di burro; un uovo; un bicchierino di acqua; un bicchierino di olio di semi; un pizzico di sale; 20 g. di parmigiano grattugiato.

Ingredienti per il ripieno:
4 zucchine; mezza cipolla; olio evo q.b.; aromi per arrosto q.b.; mezzo bicchiere di acqua; un misurino di dado vegetale granulare; un uovo; un bicchiere di latte; 10 g. di philadelphia.

Tagliate la cipolla sottilmente e mettetela a rosolare in padella antiaderente con l'olio, una volta che la cipolla si sarà imbiondita, aggiungete le zucchine precedentemente lavate e tagliate a rondelle sottili.
Nel frattempo dedicatevi all'impasto della pizza, mettendo in una ciotola la farina con il lievito setacciato, l' uovo, il burro fuso, se volete in un pentolino o per far prima nel microonde, aggiungete il sale, l'olio di semi e l'acqua.
pizza rustica con zucchine
Mescolate prima con una forchetta poi con le mani, creando un impasto omogeneo ed elastico, aggiungete il parmigiano e terminate di impastare, a questo punto formate una palla che coprirete con la pellicola da cucina e mettetela in freezer.
Ritornate alle zucchine in padella, mescolate ed aggiungete il dado, gli aromi per arrosto e un po' di acqua, una volta che l'acqua sarà interamente assorbita dalle zucchine, spegnete sotto il fuoco.
Sbattete l'altro uovo con il latte ed il philadelphia e versatelo sulle zucchine e mescolatelo accendendo sotto il fuoco lasciandolo basso, mescolatelo per un minuto circa e spegnete.
Tirate fuori dal freezer la base e su di una spianatoia infarinata leggermente, spianate la base con un mattarello senza farla diventare troppo sottile, adagiatela su una tortiera coperta dalla carta da forno bagnata e strizzata. Punzecchiate con una forchetta la base della pizza, per poi riempirla con le zucchine che dovrete spianare con il dorso di un cucchiaio. Ripiegate i bordi verso l'interno della pizza, se sono troppo abbondanti prima di ripiegarli tagliateli e metteteli da parte la base per la pizza per un prossimo utilizzo, mettendola nuovamente nel freezer.
Mettete in forno preriscaldato a 200° per 15 – 20 minuti.

mercoledì 9 maggio 2012

Il farro e il peperone


A casa mia il farro è un alimento ben accetto, per fortuna (!) visto che è un cereale povero di grassi, ricco di fibre, vitamine e sali minerali e per noi femminucce cosa importantissima: sazia senza far ingrassare !!!!

Per questo quando mi capita ed ho la giusta ispirazione lo preparo con della verdura o altro, in questa ricetta l'ho abbinato al peperone.
farro con crema di peperone rosso

Ingredienti per 3 persone:

250 g. di farro perlato; 1 scalogno; 1 spicchio d'aglio; 1 peperone rosso; 200 g. di passata di pomodoro; paprika dolce q.b.; 1 misurino di dado vegetale granulare; aromi per arrosto q.b.; 1cucchiaio di philadelphia; 1 formaggino Mio; olio evo q.b.


Mettete a rosolare in una padella antiaderente l'olio con l'aglio e lo scalogno, intanto lavate il peperone privandolo delle parti bianche e dei suoi semini interni.
Tagliate il peperone a listarelle e mettetelo a cuocere in padella con l'aglio e lo scalogno, aggiungete a metà cottura il dado, gli aromi per arrosto, la paprika e la passata di pomodoro.
Terminata la cottura, spegnete sotto il fuoco e fate raffreddare, intanto scaldate l'acqua con del sale grosso e fatela bollire all'interno di una pentola, arrivata ad ebollizione mettete a cuocere il farro.
Frullate il sugo di pomodoro e peperone con il minipimier, aggiungendo il philadelphia ed il formaggino Mio. Scolate il farro oramai lessato, aggiungetelo al sugo di peperone e gustatelo anche tiepido.

domenica 6 maggio 2012

Oh yeah!!!


Se avete voglia di un buon cheeseburger o qualsiasi altro tipo di piatto americano allora andate anche in uno dei tanti t bone station di Roma, io di solito vado in quello in zona Prati.
Si mangia bene, il personale è molto gentile ed ospitale e se avete bambini con voi state tranquilli, perché gli verrà dato tutto l'occorrente per colorare, divertirsi e rilassare loro e mamma e papà!

venerdì 4 maggio 2012

Pensando a Gordon


Questo piatto nasce dalla curiosità suscitatami in due circostanze.

La prima tramite il “ristorante” della scuola di mio figlio, la seconda sono le trasmissioni culinarie di Gordon Ramsay.

L’halibut è un pesce che si trova nelle gelide acque dell’Alaska, Groenlandia e da noi arriva surgelato ma informandomi con il pescivendolo, ho scoperto che è un pesce molto delicato adatto ai bambini, ecco perché alla mensa della scuola di mio figlio lo cucinano spesso.
Gordon Ramsay fa altrettanto nei suoi programmi culinari, cucina spesso questo piatto ma non come l’ho preparato io sotto consiglio del pescivendolo, che ringrazio infinitamente!


Halibut al cartoccio:

Ingredienti per 3 persone:

4 filetti di halibut congelati; 6 pomodori piccadilly; 2 spicchi d’aglio; 1 cucchiaio e ½ di olio evo; 1 presa di sale; pepe q.b.; prezzemolo tritato q.b.; una costa di sedano.
Halibut al cartoccio

Scongelate i filetti di halibut, una volta pronti per esser cotti, tritate l’aglio ed adagiate su di una placca da forno, un foglio ampio di alluminio da cucina.
Sul foglio d’alluminio sistemate i filetti di halibut condendoli con i pomodori divisi a metà,la costa di sedano tagliata a listarelle, l’aglio, il sale, il pepe, il prezzemolo e l’olio, non troppo poiché il pesce caccerà la sua acqua che servirà per la cottura.
Chiudete con il foglio di alluminio, il pesce condito come se fosse un pacchetto regalo(!) e mettetelo in forno preriscaldato a 180°/200° per 20 minuti.
Sentirete che bontà!